In evidenza:

NEWS

Il grembiulino giallo cremisi

Il Quartiere di Porta del Foro, grazie al lavoro del Gruppo Donne, presieduto da Anna Bulletti, ha messo a punto uno dei progetti contenuti nel programma 2018/2020, ovvero quello di portare la Giostra del Saracino e il Quartiere all’interno delle scuole dell’infanzia e primarie del nostro territorio.
Il progetto che si chiama “Il grembiulino giallo cremisi” ha tra i suoi obiettivi quello di avvicinare le giovani generazioni alla vita di Quartiere nel rispetto della tradizione storica della nostra città, valorizzando l’importanza della manifestazione non solo nella sua parte agonistica, ma soprattutto in quella aggregativa e di crescita sociale.
Crediamo fortemente, come Consiglio in carica, che lo sviluppo della Giostra passi dall’”educazione” dei bambini alla conoscenza della festa, in tutte le sue sfaccettature, rendendoli sin da subito partecipi alle varie fasi della stessa, in maniera che la nostra passione venga trasmessa alle nuove generazioni e garantisca la continuità nel tempo, in quel binario di tradizione che ha portato la Giostra al punto in cui si trova oggi.
Il progetto si svilupperà con l’accoglienza nelle classi di una piccola delegazione del Quartiere giallo cremisi in costume da Giostra, accompagnata da persone che hanno fatto la storia di Porta del Foro e che racconteranno ai bambini l’essenza della manifestazione, aneddoti ed esperienze. Vi sarà anche la possibilità di toccare con mano gli strumenti che caratterizzano la nostra manifestazione, come tamburi, chiarine, elmi, scudi, una lancia da giostra e anche di poter indossare un costume da paggetto.
A questa esperienza, seguirà una visita guidata presso la sede del Quartiere, con la possibilità di salire sulla torre della sede storica con la proiezione di alcuni video divulgativi e una visita alle scuderie per assistere agli allenamenti dei cavalieri e conoscere i protagonisti che poi ritroveranno impegnati in Piazza Grande. 
Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi all’Ufficio Scolastico Territoriale di Arezzo che lo ha approvato e trasmesso ai dirigenti dei vari plessi scolastici. Con l’occasione, il Consiglio ringrazia tutto l’Ufficio Scolastico e in particolare la Dott.ssa Antonella Bianchi che ha accolto con entusiasmo la nostra proposta e che ci ha aiutato nello sviluppo della stessa. Abbiamo già avuto manifestazioni di interesse dai dirigenti scolastici e speriamo che quanto prima si possa dare attuazione concreta alla nostra proposta e che il progetto possa essere immediatamente attivo “sul campo”.
Pubblicata il 12 ottobre 2018